Spedizioni GRATUITA in tutta Italia da € 50,00. Per importi inferiori € 4,90. La spedizione nel comune di REGGIO EMILIA è sempre GRATUITA

Lampade di sale

Le lampade di sale a cosa servono? Come si utilizzano? Come funzionano?

Cerchiamo di rispondere ad alcune domande che normalmente ci vengono poste

COSA SONO LE LAMPADE DI SALE?

Le lampade di sale sono degli ionizzatori naturali. L’aria “ionizzata” la troviamo grazie all’utilizzo delle lampade, oppure camminando in riva al mare al mattino, oppure respirando l’aria dopo un forte temporale, oppure nell’aria di alta montagna. In queste situazioni l’aria è più pura, ricaricata energeticamente di ioni negativi che sono quelli che ci danno benessere. Gli ioni negativi neutralizzano i batteri, polveri, allergeni e gli elettromagnetismi che subiamo durante il giorno con l’utilizzo costante di PC, cellulari, TV ed elettrodomestici. Accendere una lampada di sale per almeno 6 ore al giorno migliora la qualità dell’aria che respiri, a beneficio delle tue vie respiratorie e della tua emotività. 

COME FUNZIONA LA LAMPADA DI SALE?

Il funzionamento è molto semplice. Basta accenderla. La lampadina al suo interno scalderà il blocco di sale dell’ Himalaya e il salgemma emetterà nell’aria piccole particelle chiamate “ioni negativi” che purificheranno l’aria della stanza ove è stata collocata la lampada.
La ionizzazione avviene quindi grazie al calore addizionato al blocco di sale: la fonte del calore sarà la lampadina per le lampade o la candela nel caso dei portacandela in sale himalayano.

DOVE METTERE UNA LAMPADA DI SALE?

La lampada di sale va posizionata negli ambienti che frequentiamo più spesso: camera da letto (ottima nella cameretta dei bambini), soggiorno, ufficio. Ovunque ci sia una fonte di elettromagnetismo (cellulare, PC, televisione) o la necessità di purificare l’aria da batteri, polveri, allergeni.

COME SI FANNO LE LAMPADE DI SALE?

Le lampade di sale derivano da blocchi di sale himalayano estratti da miniere del Pakistan, datate 250 milioni di anni.
Ogni blocco di sale è prelevato, lavato e asciugato al sole. Ad esso è assemblata la base in legno, direttamente nel luogo di origine.

QUALE LAMPADINA METTERE A UNA LAMPADA DI SALE?

La lampada di sale è fornita con una lampadina ad incandescenza. La lampadina dovrà avere una potenza da 15W oppure 25W secondo la portata del filo elettrico.
Non sostituire mai la lampadina con una a risparmio energetico: queste ultime sono a luce “fredda”. Il cristallo di sale non si scalderebbe, impedendo la ionizzazione e la funzionalità della lampada stessa.

PERCHE’ LA LAMPADA DI SALE PERDE ACQUA?

La lampada di sale perde acqua soltanto se collocata in un ambiente saturo di umidità. Se la stanza dove avete scelto di metterla supera l’80% di umidità è probabile che troviate delle gocce di acqua alla base della lampada di sale.
Dovrebbe quindi essere sempre asciutta, anche da spenta.
Se è umida e perde acqua, allora sta rilevando un eccesso di umidità della stanza, non certo benefico per la vostra salute.

Qualora dovesse succedere, asciugatela bene, accertatevi che il filo e la lampadina siano asciutti e accendetela per parecchie ore, affinchè il calore possa far evaporare le molecole dalla sua superficie.

 

E’ POSSIBILE USARE LAMPADE DI SALE PER ASMA?

La lampada di sale ha tra le sue proprietà quella di neutralizzare particelle di polvere, allergeni, batteri, presenti nell’aria.
Neutralizzando queste particelle, l’aria respirata è più pulita, dunque chi soffre di asma avverte un maggior sollievo nella respirazione.

ESISTONO LAMPADE DI SALE PER BAMBINI?

Tutte le nostre lampade di sale hanno come principale collocazione la cameretta dei bambini.
L’importante è prenderne una della grandezza minima collegata alle misure della stanza. Per i bambini troverai anche simpatiche figure scolpite (il pallone da calcio, il gatto, il delfino, ecc.).
Accesa nella cameretta del bambini, gli ioni rilasciati renderanno più pulita l’aria della stanza, renderanno di migliore qualità il sonno e, grazie alla tonalità del cristallo, risultano anche particolarmente rasserenanti.

COME PULIRE UNA LAMPADA DI SALE?

Va pulita con un panno, asciutto.
In alternativa può essere spazzolata.
Il blocco di sale non va contaminato con prodotti di pulizia per la casa, nè mai immerso in acqua.

LAMPADE DI SALE PRO E CONTRO

PRO: migliora la qualità dell’aria della stanza ove viene collocata. Grazie agli ioni negativi prodotti successivamente alla sua accensione, avrai una neutralizzazione della carica elettrica di batteri, polveri, allergeni, nonchè degli elettromagnetismi prodotti dalla vita moderna (cellulari, PC, computer…). Ciò a beneficio della tua salute, in particolar modo dei bambini e dei soggetti allergici e asmatici.
La lampada rende poi l’atmosfera dell’ambiente (camera, soggiono, studio professionale, area massaggio, aula, ecc) rasserenante, armonico e caldo.

CONTRO: la lampada di sale non presenta controindicazioni nè effetti collaterali. Maggiore sarà la sua accensione (che dovrà essere quotidiana e per almeno 6 ore consecutive), maggiori saranno i benefici per l’aria che respiri.
L’unica accortezza è data dalla stanza ove viene collocata. Se è satura di umidità, mal coimbentata, con infissi non adeguati, la lampada rileva subito l’eccesso di umidità diventando umida. In questo caso la lampada vuole comunicarci che anche le nostre ossa stanno assorbendo una umidità dannosa e chiede di intervenire a riguardo.
Ricorda: la lampada non è un deumidificatore. Ma uno ionizzatore dell’aria: la sua funzione è purificare l’aria migliorando la respirazione e gli stati d’animo. In caso di eccesso di umidità, aumentare le ore di accensione prima che arrivi a saturarsi e gocciolare.